Ho provato la Panasonic LX100MKII …

… Ecco cosa ne penso

Ero alla ricerca di una macchina fotografica compatta, da portare sempre dietro, magari tenendola semplicemente nella tasca del giubbotto, e mi sono imbattuto in questa piccola LX100MKII. 

Esteticamente mi piace moltissimo. Ogni cosa sembra essere posizionata per un preciso scopo e niente è lasciato al caso e grazie ai tanti tasti funzioni ognuno puo’ personalizzarsela come meglio crede in base alle proprie esigenze.

Il suo punto forte è sicuramente la dimensione ridotta anche se, a dire il vero, molto del suo fascino lo perde non appena si accende, semplicemente col prolungamento della lente. 

Panasonic Lumix LX100MKII – t.1/125 f/4,0 ISO 1600

Il fatto di essere così piccola è certamente un plus per chi come me è alla ricerca di un corpo “tascabile” ma di contro anche i tasti saranno più piccoli e potrebbero non piacere a tutti. 

Sembra una macchina fotografica abbastanza resistente forse questa sensazione è dovuta anche alla sua forma squadrata che ce la fa sembrare più robusta e rigida di quanto non sia ma in generale si percepisce subito che i materiali utilizzati sono di buona ottima qualità.

E’ una macchina prodotta dal 2018 con sensore micro 4/3 e 17megapixel (24mm-75mm). La sensibilità ISO si estende da da 100 a 25600 e scatta con una raffica di 5,5 fps x 33 raw.

Fantastico il BN e possibilità di avere un pieno controllo manuale di ogni cosa ma anche tanta tecnologia nascosta, tra cui poter scattare senza pensieri mettendo a fuoco successivamente (cd. post-focus) e una condivisione delle immagini facile e veloce sfruttando wi-fi e bluetooth senza consumare eccessivamente energia. 

Mirino bello e luminoso e anche il display non è da meno. Ha una buona visione dell’immagine anche in pieno giorno, ma lo avrei preferito “tiltabile” e non fisso. Sinceramente, avrei preferito un display in stile “selfie” per riprendersi mentre si filma così da avere in un unico corpo sia la macchina ideale per fotografare che per fare video pur restando nelle dimensioni di una piccola compatta. Sarebbe stata davvero il top per i viaggi, una compagna ideale da portarsi sempre dietro. Consigli per la Mark III: in aggiunta a quanto appena detto, non guasterebbe l’ingresso per il microfono.

Dati tecnici a parte, chi la usa mi ha garantito di essersene innamorato al punti di non poterne fare a meno ma per quel che mi riguarda… Non amo il m4/3 e forse è proprio per questo motivo che non è scattato il feeling.

Il menù non mi è piaciuto molto complicato e per niente intuitivo. Inizialmente pensavo fosse colpa mia perché non pratico di Panasonic ma poi ho visto che anche il promoter aveva delle difficoltà a settarla e, ora che ci penso, lo stesso giorno ho provato anche la S1 e non ricordo di aver avuto problemi con le impostazioni. 

Panasonic Lumix LX100MKII – t.1/100 f/2,2 ISO 320

Altra cosa che non mi piace è il prezzo, mi sembra eccessivo e anche la tenuta agli alti ISO non è il massimo, anche se quest’ultima cosa era prevedibile parlando di un micro 3/4.

In conclusione, secondo il mio modesto parere, chi compra questa macchina fotografica lo fa perché ama la compattezza e la portabilità. 

Una macchina fotografica che, giusto per fare un esempio, farà gola agli street-photographer ma solo se già al momento dell’acquisto sono consapevoli che le caratteristiche appena descritte comportano necessariamente delle limitazioni non da poco.

Mi domando, ma perché preferire questa m4/3 (o una delle altre compatte dal prezzo secondo me esagerato) ad altre ML compatte dal sensore più grande e che costano più o meno lo stesso prezzo? Non lo so, come dicevo non sono un fan del m4/3ma giuro che se non avessi trovato davvero ostico il menu forse ne avrei addirittura comprato una 🙂

Le immagini sopra sono state scattate con una Panasonic Lumix LX100MKII

Altre pagine

Giuseppe Tripodi

Seguimi anche su at Instagram
Sono un avvocato ma anche appassionato di fotografia. Ho creato questo blog per condividere questa mia passione e spero, col tempo, di riuscire a pubblicare qualcosa di piacevole e originale.
Giuseppe Tripodi
Altre pagine

Latest posts by Giuseppe Tripodi (see all)