Conosciamo meglio … Ansel Adams

Conosciamo meglio … Ansel Easton Adams

Uno fotografo popolarissimo che in bianco e nero è riuscito a raccontare la natura, specie quella dei parci nazionali americani.

Nato a San Francisco (California) nei primi anni del ‘900 è famoso per aver fotografato dei meravigliosi paesaggi ma anche per aver scritto numerosi libri di fotografia e per aver fondato insieme ad altri (Edward Weston, Willard Van Dyke e Imogen Cunningham) l’associazione fotografica “Gruppo f/64” con lo scopo di riunire alcuni fotografi aderenti alla “straight photography”, ovvero “la fotografia diretta” che si poneva in opposizione al pittoralismo e a tutte le forme di manipolazioni dell’immagine estranee alle specificità linguistiche del mezzo, o a quelle che venivano riconosciute come tali.

Ha avuto moltissimi riconoscimenti e premi durante la sua carriera divenne membro dell’American Academy of Arts and Sciences e  il presidente Carter lo insignì della Presidential Medal of Freedom (la Medaglia Presidenziale della Libertà, la più alta onorificenza civile del suo Paese).

Da giovanissimo si innamora della natura e della fotografia grazie a una vacanza trascorsa insieme alla sua famiglia allo Yosemite National Park in cui gli venne regalata la sua prima macchina fotografica, una Kodak Brownie.

Da giovane si iscrive al Sierra Club“, una delle più antiche ed importanti organizzazioni ambientaliste americane, ne diventerà uno dei fotografo ufficiale e continuerà a farne parte, insieme alla moglie, per tutta la vita, entrando anche nel Consiglio di Amministrazione.

Ha portato avanti molte campagne in favore di temi ambientalisti e le sue fotografie rappresentano una testimonianza importante di com’era la natura prima che venisse compromessa dall’uomo.

Ha inventato il sistema zonale … ovvero

una tecnica che permette ai fotografi di trasporre la luce che essi vedono in specifiche densità sul negativo e sulla carta, ottenendo così un controllo migliore sulle fotografie finite. È anche stato un pioniere dell’idea di “visualizzazione” della stampa finita basata sui valori di luce misurati nella scena che viene fotografata. (Wiki)

Altre pagine

Giuseppe Tripodi

Seguimi anche su at Instagram
Sono un avvocato ma anche appassionato di fotografia. Ho creato questo blog per condividere questa mia passione e spero, col tempo, di riuscire a pubblicare qualcosa di piacevole e originale.
Giuseppe Tripodi
Altre pagine

Latest posts by Giuseppe Tripodi (see all)

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.