Piccola sosta a Roseto Capo Spulico

… Per fotografare un tramonto a Est 🙂

Siamo partiti da Matera in tempo per raggiungere Roseto Capo Spulico al tramonto… Potrebbe sembrare una cosa strana raggiungere un paese situato della parte jonica della Calabria al tramonto ma diciamo che è stato un buon modo per convincere tutti gli altri amici fotoamatori (specie quelli non tanto bravi in geografia) a mettersi in macchina.

Certamente, una volta arrivati a destinazione anche tutti hanno capito che osservando la linea dell’orizzonte sul mare non c’era (e non c’è mai stato) il sole (che lo si può vedere in quella posizione solo all’alba) ma, senza perderci d’animo, seppur storcendo un po’ il naso, tutti ne hanno approfittato per fare qualche ultima foto prima di rientrare a casa.

Roseto Capo Spulico è un piccolo comune calabrese della provincia di cosenza. Posto sulla parte nord della Calabria, si affaccia sul Mar Ionio e, in origine, ai tempi della Magna Grecia, era una città satellite di Sibari.

Come si può dedurre dal nome, la particolarità di Roseto è legata ai fiori e, infatti, qui vi era una importante coltivazione rose, che servivano per riempire con i petali i materassi dei sibariti.

Oggi Roseto è considerato come un luogo incantevole almeno da quei tanti  automobilisti che percorrono la SS 106 Jonica che collega Reggio Calabria con Taranto. Infatti, la Statale passa proprio accanto al bellissimo Castrum Petrae Roseti – castello medievale a picco sul mare del sec. XIII – che sembra innalzarsi direttamente dal mare.

Un’immagine molto suggestiva che porta molta gente – anche se solo di passaggio – a fermarsi per ammirare quel piccolo angoletto di spiaggia.

Il mare di Roseto regala un’altra sorpresa, infatti, appena si gira in direzione del Castello, al termine del Lungomare degli Achei, si nota subito uno scoglio dalla forma molto strana.  Lo scoglio incudine è sicuramente curioso ma è bellissimo vedere le onde che si infrangono su di esso durante un temporale o comunque col mare mosso. Viene popolarmente chiamato Il fungo del Castello perché la sua forma ricorda anche quella di un fungo ed è il simbolo oleografico di Roseto e dell’Alto Ionio Cosentino poiché è presente in molte stampe d’epoca e cartoline.

Luogo turistico in crescita, Roseto ha molto da offrire. L’entroterra rosetano è un luogo di interesse naturalistico così come il ghiaieto e la foce del Torrente Ferro. Da visitare anche il Museo Etnografico (già museo della civiltà contadina), che è tra i più importanti della Calabria, con oltre duemila oggetti conservati e il Castrum Roseti, piccolo castello nel centro storico.

Seguimi sui social oppure guarda altre mie fotografie

instagram_peppe.tripodi twitter facebook Flickr_logo 500px_logo_detail YouTube-logo-full_color_canale_giuseppe_tripodi

LandscapeLandscape

 

PortraitPortrait

 

StreetStreet

 

AnimalAnimal

 

Giuseppe Tripodi
Altre pagine

Giuseppe Tripodi

Seguimi anche su at Instagram
Sono un avvocato ma anche appassionato di fotografia. Ho creato questo blog per condividere questa mia passione e spero, col tempo, di riuscire a pubblicare qualcosa di piacevole e originale.
Giuseppe Tripodi
Altre pagine

Latest posts by Giuseppe Tripodi (see all)

Articoli correlati