Come migliorare i nostri scatti

Come migliorare i nostri scatti

2Un articolo da sviluppare su un argomento così vasto non è cosa facile. Potrei scrivere troppe cose rischiando di annoiarvi, o troppo poco, tralasciando molte parti importanti che realmente possono migliorare i nostri scatti.

Tralasciare punti importanti non se ne parla, non è nel mio stile, dunque, per evitare di dar vita a un articolo infinito, che sicuramente non riuscirei mai a concludere, appunto, per le tante cose da dire, ho deciso di spezzettarlo in tante parti, trattando di volta in volta, un argomento differente su qualcosa che sicuramente ci tornerà utile per migliorare le nostre fotografie.

Come primo argomento vorrei parlarvi di qualcosa che potrebbe sembrare scontato ma vi assicuro che non lo è proprio: capire il nostro genere fotografico preferito.

Quando si acquista la prima macchina fotografica non si bada molto al “genere fotografico“. Si fotografa un po’ di tutto, ritratti, paesaggi, particolari, street, una passione a 360 gradi che, in linea di massima, non ha prevalenze particolari.

Durante questa fase, iniziamo ad abituare il nostro occhio. Le 5-50 mila foto che faremo durante l’anno, ci serviranno a definire il nostro stile, indirizzando la nostra “passione” verso un genere fotografico specifico.

Dopo questo periodo di “addestramento“, dunque si deciderà (forse) se diventare fotografi paesaggisti o ritrattisti, se raccontare storie di strada o rappresentare l’infinito mondo della macro fotografia.

Una fase a mio avviso indispensabile, perché oltre ad “allenarci” in maniera generale, troveremo la nostra strada e di conseguenza, ci perfezioneremo con le tecniche più specifiche e, soprattutto, compreremo l’attrezzatura che più ci interessa e che più utilizzeremo.

29Capire il proprio genere fotografico, quindi, potrebbe farci risparmiare parecchia fatica e denaro.

Quando usciamo per fare delle escursioni fotografiche, perché portarsi dietro l’intero corredo se poi ci limitiamo a scattare soltanto paesaggi?

Compriamo e portiamoci dietro soltanto un buon grandangolo.

Saremo più leggeri e quello che risparmieremo non acquistando altre lenti che avrebbero solo preso polvere, possiamo investirlo in attrezzatura migliore (es. nel caso di un paesaggista: una lente grandangolare spinta, un treppiede resistente e magari dei filtri di qualità).

Viceversa, se ci piacciono i ritratti sceglieremo ottiche con una lunghezza focale che ci permetta di spaziare dal primo piano al ritratto ambientato quindi possiamo togliere dal carrello della spesa i “supertele” e i grandangoli spinti per comprare due luminose ottiche fisse come ad es. un 35 mm e un 85 mm e magari dei pannelli (diffusori e riflettenti) o una coppia di flash a slitta.

Il consiglio che posso darvi è quello di divertirvi al massimo in questo primo anno di foto e, se non avete ancora le idee chiare, di non precludervi nessun genere fotografico perché soltanto provando e riprovando ci si appassiona.

Vi tornerà utile far parte di club fotografici o frequentare amici con la vostra stessa passione, i loro consigli saranno preziosi e, inoltre, avere la possibilità di provare l’attrezzatura prima di acquistarla non è un vantaggio da sottovalutare.

Godiamoci per un annetto il nostro obiettivo in kit e poi, quando sarà il momento di comprare nuove lenti, scegliamo quelle più adatte al nostro genere fotografico. (Entrambe le fotografie sopra – il paesaggio e la street nel mercatino – sono state scattate con un tipico obiettivo da kit).

instagram_peppe.tripodi

Seguimi su

facebook
500px_logo_detail Flickr_logo YouTube-logo-full_color_canale_giuseppe_tripodi

Nel prossimo articolo su come migliorare le nostre foto, parleremo quindi di ottiche e di distanza focale: “Come scegliere il nostro obiettivo preferito“.

Giuseppe Tripodi
Altre pagine

Giuseppe Tripodi

Seguimi anche su at Instagram
Sono un avvocato ma anche appassionato di fotografia. Ho creato questo blog per condividere questa mia passione e spero, col tempo, di riuscire a pubblicare qualcosa di piacevole e originale.
Giuseppe Tripodi
Altre pagine

Latest posts by Giuseppe Tripodi (see all)

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...