Bova Superiore …

… Un meraviglioso borgo giardino

L’ultima uscita mi ha portato dentro i vicoli del piccolo centro di Bova Superiore, un paesino di poco più di 400 anime arroccato sul versante orientale dell’Aspromonte a circa 915 m s.l.m.

Ultimamente, come avrete notato, mi sto dedicando molto ai borghi calabresi e devo dire che sono molto contento di vedere che anche in Calabria si possono visitare (tanti) luoghi incantevoli come quello che vi racconterò oggi.

La cultura dei borghi si diffonde anche nel nostro territorio e i pochi abitanti piuttosto che trasferirsi nelle città iniziano a rimboccarsi le maniche per ridare nuova vita a questi luoghi caratteristici e ricchi di storia.

Da Bova si può ammirare una vista mozzafiato sul territorio sottostante e sull’imponente Etna ma ciò che mi ha colpito particolarmente è stata sicuramente la gentilezza degli abitanti e il modo in cui curano il loro piccolo paesino.

Bova si raggiunge facilmente in macchina e i poco più di 7 km che portano dalla marina fino al borgo, non sono poi così piene di curve come si potrebbe pensare visto il dislivello, e si percorrono piuttosto agevolmente.

Un borgo che sembra una bomboniera. Pulito, tutto in perfetto ordine, niente fuori posto e tanti fiori lungo le stradine che portano dalla piazza principale (posta nella pare bassa del paese) fino al Castello Normanno (o quel che ne resta) situato in vetta.

Il panorama è davvero qualcosa di unico e se si ha la fortuna di visitare il borgo in inverno, nei giorni giusti, non oso neppure immaginare cosa ne verrebbe fuori fotograficamente parlando.

Tante chiese e tanto greco. Anche Bova Superiore, come molti altri piccoli centri limitrofi, ha nel cuore la cultura greca (anche se il greco di Calabria è sempre meno diffuso nel territorio).

Cortesia e gentilezza degli abitanti sono tipici dei centri calabresi. Ti aprono le porte di casa e ti regalano un po’ della loro saggezza contadina.

Nel mio caso i fratelli Traclò, incontrati per caso mentre insieme agli altri amici fotoamatori camminavamo per le vie del borgo, ci hanno aperto le porte della loro cantina, facendoci assaggiare del buon vino e dei ceci appena raccolti.

Un luogo che interessante, che merita di essere visitato. Certo, si può fare ancora molto e meglio ma diciamo che gli abitanti di Bova sono sulla strada giusta per rendere ancora più bella questa piccola perla nel cuore dell’Aspromonte. Ci ritornero’.

Come al solito, nei prossimi giorni, pubblichero’ delle altre foto scattate durante l’escursione.

Seguimi sui social oppure guarda altre mie fotografie

instagram_peppe.tripodi twitter facebook Flickr_logo 500px_logo_detail YouTube-logo-full_color_canale_giuseppe_tripodi

LandscapeLandscape

PortraitPortrait

StreetStreet

AnimalAnimal

Giuseppe Tripodi
Altre pagine

Giuseppe Tripodi

Seguimi anche su at Instagram
Sono un avvocato ma anche appassionato di fotografia. Ho creato questo blog per condividere questa mia passione e spero, col tempo, di riuscire a pubblicare qualcosa di piacevole e originale.
Giuseppe Tripodi
Altre pagine

Latest posts by Giuseppe Tripodi (see all)

Articoli correlati

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...