Bilanciare il Bianco correttamente

Bilanciare il bianco correttamente

awb02_Ptuts_tips_JATi è mai capitato di vedere un paesaggio dai colori bellissimi, fotografarlo e vedere che quanto hai immortalato non corrisponde ai colori che hai visto?

Se la risposta è Sì, allora hai semplicemente sbagliato ad impostare il bilanciamento del bianco ma non preoccuparti, adesso ti spiegherò meglio cosa fare per non trovarti più in situazioni come queste.

Visto che i programmi di editing ci permettono di correggere il bilanciamento del bianco anche in un secondo momento e senza particolari difficoltà, tendiamo sempre a trascurare questa funzione che invece possiamo fare direttamente in camera.

Non voglio soffermarmi a spiegare come correggere il bianco in modo perfetto (almeno in questo articolo) ma quantomeno indurvi a impostare la macchina fotografica in modo corretto per ottenere, un fin dal momento dello scatto, un discreto risultato.

Innanzitutto scopriamo perché è importante bilanciare il bianco delle nostre fotografie. Grazie a questa funzione saremo in grado di riprodurre in maniera più accurate le tonalità dell’immagine e, così eviteremo che la fotocamera interpreti in maniera errata i colori degli oggetti, influenzati dalle fonti luminose.

White-Balance-ExamplesFatta questa breve premessa, vi chiedo se avete mai fatto caso, scorrendo all’interno del menù della vostra macchina fotografica, che esiste una funzione specifica per bilanciare il bianco? (di solito chiamata “bilanciamento del bianco” oppure semplicemente “WB” dall’inglese White Balance).

La reflex in generale interpreterà il colore di un oggetto in base alla temperatura della fonte di luce che lo colpisce e noi dobbiamo fare in modo che la macchina fotografica, senza problemi, riconosca il colore reale e riproduca fedelmente quanto visto dai nostri occhi.

L’occhio umano si adatta facilmente all’ambiente mentre la macchina fotografica non è ancora in grado di farlo perfettamente quindi, dobbiamo colmare questa lacuna lavorando sui alcuni parametri specifici che permetteranno anche alla reflex di interpretare al meglio la luce.

Lasciando il bilanciamento del bianco in automatico la nostra macchina fotografica sarà “libera” di interpretare a suo piacimento la scena altrimenti possiamo correggere manualmente noi questa funzione andando a modificare di volta in volta le impostazioni in base alla luce.

Entrambe le situazioni ve le sconsiglio. Oltre a perdere più del tempo prezioso (in caso di di correzione manuale) non sempre i risultati sono quelli sperati (anche usando la modalità automatica).

L’alternativa che vi propongo di utilizzare è quella di utilizzare i pre-set della macchina fotografica (o meglio una pre-misurazione dei colori) ovvero entrando nel menù relativo al bilanciamento del bianco possiamo scegliere diverse situazioni di luminosità come : cielo sereno, luce solare, ombra, nuvoloso, tungsteno, incandescenza, flash etc. (i nomi di questi programmi variano in base alla fotocamera).

white-balance-chartImpostando ad esempio su “nuvoloso” la macchina fotografica sceglierà sempre in maniera automatica la tonalità dei colori della scena ma lo farà restando all’interno di valori predeterminati per quella particolare condizione meteorologica.

Ogni funzione avrà una dominante di colore specifica, ad esempio impostando su “nuvoloso” avremo una scena che tende al giallo-arancio, mentre impostando tungsteno l’immagine tenderà verso il blu. La macchina da sola può intuire i valori della scena ma se noi l’aiutiamo a fare questa scelta la soluzione finale sarà sicuramente quella più verosimile.

A questo punto non mi resta che invitarvi a provare tutte le pre-misurazioni della vostra macchina fotografica per prendere “confidenza” con le dominanti di colori che ne vengono fuori quindi, osservate bene la scena prima di fotografare e di impostate ogni volta il corretto bilanciamento, noterete subito un netto miglioramento delle vostre immagini.

Provate e fatemi sapere :)

instagram_peppe.tripodi

Seguimi su

facebook
500px_logo_detail Flickr_logo YouTube-logo-full_color_canale_giuseppe_tripodi

Se non dovesse bastare questo tipo di misurazione, un altro metodo molto utilizzato è quello di fotografare un cartoncino grigio neutro al 18% (che si compra per pochi euro su amazon).

Come funziona il metodo del cartoncino

E’ molto semplice, prima di fotografare il vostro soggetto fare una fotografia ponendo il cartoncino al centro dell’immagine in modo tale che prende gran parte della scena. In questo modo la fotocamera calcolerà in maniera del tutto automatica il giusto bilanciamento del bianco da usare e sarà il nostro punto di riferimento per gli altri scatti (fino a quando non cambia la luce).

Infine, potete anche fotografare qualcosa di bianco e poi richiamarlo al momento di post-produrre la foto direttamente dal vostro software di editing.

Potrete poi anche decidere di impostare volutamente in modo sbagliato il bilanciamento del bianco, per dare alla foto un effetto piuttosto che un altro, come per tutte le cose, è solo questione di gusti.

Magari, se vi va di approfondire quest’ultima parte, si potrebbe anche fare un video sull’argomento, che ne dite?

Quasi dimenticavo, molte fotocamere hanno poi la cd. funziona Bracketing che in pratica consiste nel far scattare alla macchina fotografica una sola fotografia ma salvandone tre con tre distinte regolazioni (una “corretta” in base alle regolazioni automatiche, una più calda (tendente al giallo/rosso) e una più fredda (tendente al blu).

(Le foto presenti in questo articolo sono prese dal web)

Giuseppe Tripodi
Altre pagine

Giuseppe Tripodi

Seguimi anche su at Instagram
Sono un avvocato ma anche appassionato di fotografia. Ho creato questo blog per condividere questa mia passione e spero, col tempo, di riuscire a pubblicare qualcosa di piacevole e originale.
Giuseppe Tripodi
Altre pagine

Latest posts by Giuseppe Tripodi (see all)

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...